martedì 15 aprile 2014

SEMBRA UNA NORMALE FOTO E INVECE..................….


da Eticamente




Una normalissima foto di due sposini nel giorno più bello della loro vita… eppure questa foto nasconde una dura verità.
Nella realtà non potremmo girare la foto, il retro sarebbe completamente bianco, ma immaginiamo per un attimo che ci sia la possibilità di vedere cosa accade nel retro della foto, cosa vi aspettereste? Due mani intrecciate? Un tenero abbraccio? Una mano scherzosa sul fondoschiena della moglie?
Ecco cosa si nasconde dietro quella foto ->  GUARDA LA FOTO DI SOTTO.



Questo è quello che ogni persona si aspetta di trovare dietro questa foto… Eppure se la giriamo quello che troviamo dietro ci spaventa, ci fa orrore, ci disgusta. Ma purtroppo è una realtà, è la realtà per molte donne… troppe.
Questa foto fa parte di una campagna pubblicitaria contro la violenza domestica lanciata in Norvegia, e vuole dimostrare come le relazioni possono sembrare belle, sane se viste sul davanti, in superficie… ma dietro, quando le porte si chiudono, quando si rimane soli, non si sa cosa accade.
Secondo la Coalizione Nazionale contro la violenza domestica , 1 donna su 4 subisce abusi tra le mura di casa, e sono circa 1,3 milioni solo quest’anno.
Purtroppo però il vero problema di questi crimini è che il più delle volte non vengono denunciati, e sono proprio le vittime a non farlo, a continuare a subire nella vana speranza che un giorno le cose possano cambiare… ma non cambiano, non cambiano mai anzi, troppo spesso sfociano in qualcosa di ancora peggiore ed allora è poi troppo tardi.
E così le vittime rimangono vittime e il carnefice rimane carnefice e chi ne va in mezzo sono i bambini che assistono impotenti, a volte diventano vittime a loro volta. Bisogna dire STOP subito, non aspettare una seconda volta, mai aspettare, la violenza non deve mai essere accettata in nessun modo e per nessun motivo e da nessuno.
La campagna norvegese punta proprio a questo, a prenderne consapevolezza, a denunciare, a non lasciare che un crimine (perché di crimine si tratta) rimanga impunito.
Sono molti gli enti attivi nel paese a sostegno di questa battaglia, tra questi il centralino Safe Horizon, la Coalizione Nazionale contro la violenza domestica e la National Domestic Violence Hotline.
 
Tutti i diritti riservati © 2014 Fabio Ludovici – M. Cristina Di Mascio