giovedì 17 aprile 2014

NIENTE ALIENI, MA ESPERIMENTI MILITARI SEGRETI UNITED STATES OF AMERICA di Gianni Lannes

da Blog SU LA TESTA
di Gilan



Unidentified Flying Object, o più comunemente UFO, ovvero qualsiasi oggetto o fenomeno osservato, privo di una spiegazione plausibile.

Dal marzo dell’anno 1947, indicazione temporale del rifiuto da parte di Stalin del piano USA per il controllo dell’energia nucleare e della conseguente enunciazione pubblica della Dottrina Truman, in base alla quale gli States sarebbero intervenuti a difesa di ogni paese che avesse voluto resistere alle minacce esterne alla sua libertà, il cielo a stelle e strisce iniziò ad essere scrutato con una certa assiduità. Da allora si iniziò a parlare di viaggi nello Spazio, della possibilità di trovare vita su altri pianeti.

Proprio nel ’47 negli Stati Uniti qualcuno affermò di aver avvistato resti di dischi volanti, ritenuti navette spaziali provenienti da altri pianeti. Negli anni ’50 e ’60 il mondo era in preda ad una sorta di isteria collettiva da dischi volanti, alimentata dai mass media e dal cinema, o meglio da Hollywood.

Nel settembre 1949 giunse la notizia che l’Unione Sovietica era diventata una potenza atomica. Il presidente Truman, ordinò così lo sviluppo della bomba all’idrogeno. E così fu innescata la corsa alle armi di distruzione di massa e gli esperimenti nucleari che hanno inquinato irreversibilmente la biosfera.

Solo dopo la caduta del Muro di Berlino e l’accesso di ricercatori indipendenti agli archivi segreti di Cia e Kgb, è stato possibile accertare che l’isteria sugli UFO è stata funzionale alla paranoia della guerra fredda.

Gli UFO sono stati il prodotto più riuscito della disinformazione, della propaganda e della più o meno segreta attività militare aerospaziale.

Ecco due esperimenti militari segreti che possono aver causato la visione di UFO.

All’origine della mitologia dei dischi volanti c’è il progetto Mogul, legato al nome di Roswell, la cittadina del New Mexico dove nel luglio 1947 furono trovati i primi “oggetti sconosciuti”. Nel 1994 l’inchiesta di un membro del Congresso dimostrò che le ipotesi di oggetti o corpi extraterrestri non erano basate su alcuna prova concreta. Si era trattato in realtà di un esperimento super segreto compiuto ad Alamogordo e sulle White Sands fra il giugno e il luglio del 1947 nell’ambito di un progetto di “palloni a quota costante” muniti di strumentazione volta a rilevare onde d’urto generate da esplosioni nucleari sovietiche. Si tratta, appunto, del progetto Mogul, i cui dati avevano allora una classifica top secret priorità 1. Un progetto sviluppato con la New York University-Watson Laboratories (rilevamento acustico a bassa frequenza di esplosioni nucleari a grande distanza).

La manipolazione dell’opinione pubblica iniziò per un programma ideato dalla Cia, che prevedeva lo sviluppo segreto di un aereo capace di volare più veloce e più in alto dell’U2. Il prototipo fu portato a Groom Lake, ossia in quella zona del Nevada che gli ufologi chiamano “Area 51”. Non è un caso, se alcune delle fasi più intense di avvistamenti di Ufo abbia coinciso con la sperimentazione dell’F-117° Stealth Fighter, l’aereo invisibile ai radar.



Tutti i diritti riservati © 2014 Gianni Lannes – M. Cristina Di Mascio