lunedì 24 marzo 2014

STEPHEN HAWKING E LA PROVA CHE DIO NON ESISTE

 
da MANIFESTO DI ORAZIO GUGLIELMINI
 


“Uno non può dimostrare che Dio non esiste, però la scienza rende Dio non necessario,” dice Stephen Hawking ne “Il Grande Disegno”. Beh, le cose stanno veramente come Hawking li vede? Ne siamo sicuri? Non per me, comunque. Affatto. Mi spiace, Stefano, ma io non sono d’accordo. Posso dimostrare a te e a chiunque altro che Dio non esiste. È semplice, molto semplice, un vero e proprio giochetto da bambini. Ok, iniziamo così, supponiamo che io volessi vedere questo fenomeno chiamato Dio, potresti mostrarmelo, per favore? Non puoi mostrarmelo? Cosa vuol dire che non puoi? Riesci a mostrarmi le galassie più lontane dell’universo, riesci a mostrarmi atomi e particelle e non puoi mostrarmi Dio? Non ti capisco. In ogni modo, per me due sono le cose: puoi o non puoi. Se puoi, va bene, anzi va benissimo, perciò, il problema “Dio sì” o “Dio no” sarà risolto una volta per tutte, ma se non puoi, il problema “Dio sì” o “Dio no” sarà ugualmente risolto, significa che Dio non esiste e chiudiamo questo vetusto triste argomento. E in ogni modo, non dirmi che tu, nel tuo lavoro, vendi qualcosa che non conosci, non vedi e non possiedi. Non penso. Mi rifiuterei di credere anche se ti sentissi dirlo con le mie stesse orecchie. Tu sei uno scienziato, non un bla bla man. Qualsiasi mercante o non mercante che vende un prodotto che non esiste, è un ladro e un impostore e come tale la legge l’arresta e lo mette in prigione. Ora, dimmi tu, Stefano, dimmi tu, please, perché tutti nel mondo devono rispettare questa legge e la Chiesa no? Ti pare giusto? Niente, mi spiace, mi spiace davvero molto doverlo dire proprio a te, ma devo. Quando tu dici “Uno non può dimostrare che Dio non esiste, però la scienza rende Dio non necessario,” dici cosa sbagliata. Corretto è: Dio non esiste. Non una parola in più non una in meno, solo: “Dio non esiste”. Visto? Te l’avevo detto ch’era facile dimostrarlo, un vero e proprio giochetto da bambini. Perché, allora, perché creare tanto rumore e confusione mentale per qualcosa che non esiste? -

See more at: http://www.francis-sgambelluri.com/wp/?p=1914#sthash.iIp0FCWA.0Li7z95U.dpuf

Tutti i diritti riservati © 2014 Fabio Ludovici – M. Cristina Di Mascio